Una storia "pura"
come un filo di Seta...

GIAMPIETRO ZONTA, Fondatore di Filosofare


COME TUTTO EBBE INIZIO...


Questa storia nasce in un pomeriggio piovoso dell’estate del 2014 a Pove del Grappa (Vicenza). I coniugi Giampietro e Daniela Zonta, di professione orafi di successo con la loro azienda D'orica, rimangono in casa a causa del maltempo e, nella tranquillità delle mura domestiche, prende forma una curiosa intuizione:

“E se facessimo gioielli in seta e oro?”

In D’orica è d’obbligo il Made in Italy e quindi… si cerca solo Seta 100% italiana, prodotta nel rispetto delle regole.

Una rapida ricerca di settore li mette drasticamente a conoscenza che la seta non viene più prodotta in Italia ormai dagli anni '70.  Non essendo più conveniente economicamente nessuno pensa più di faticare per produrla, tantopiù che ne ne trova a buon mercato tanta proveniente da paesi... Peccato però che la qualità sia un optional e che non vengano spesso adottate le più elementari regole di rispetto dell'ambiente e delle persone.

Tuttavia la buona notizia è che in Italia resistono ancora tutte le conoscenze perché si possa riprendere questa antica arte. E c'è anche una piccola "filanda", la macchina che consente di ricavare la seta dai bozzoli, unica ancora funzionante in Europa Occidentale, che potrebbe essere usata per filare dei bozzoli italiani e produrre così della seta di alta qualità, 100% Made in Italy.

Detto fatto!

Di lì a poco Giampietro Zonta acquista la "filandina" e dopo averla fatta pulire e restaurare, non senza alcune difficoltà, getta le basi per quello che diventerà un progetto molto più ampio e articolato. Parte allora la necessità di approvigionarsi dei bozzoli che, grazie alla disponibilità di alcune cooperative agricole specializzate in bachicoltura, arrivano e consentono di iniziare una prima produzione sperimentale di seta "italiana".

Nel frattempo il progetto viene sostenuto ufficialmente dalla Regione Veneto e la prima seta ottenuta viene utilizzata per il progetto originario dei gioielli in seta e oro.

Nei mesi successivi, mentre vengono sviluppate soluzioni tecniche ed estetiche sempre più innovative, il progetto assume una forma sempre più definita e strutturata, arricchendosi di esperti e sensibilizzando sempre più le figure istituzionali di riferimento.

A questo punto, nel 2015, il progetto di Rinascita della Seta italiana viene portato all’attenzione della Commissione Europea, come candidato tra i migliori progetti nel settore Ricerca e Innovazione in occasione del Meeting Internazionale “Grow your Region” a Bruxelles, per il quale vengono selezionati solo quattro progetti di eccellenza in tutta Europa.  A metà Aprile arriva la notizia straordinaria: il progetto rientra tra i quattro selezionati, avendo suscitato particolare interesse.

Il progetto della nuova Seta Italiana viene anche presentato ad Origin Passion and Beliefs, fiera di eccellenza dove gli stilisti incontrano le aziende del settore moda. E qui nasce la collaborazione con lo stilista Alberto Zambelli, che decide di sperimentare questa nuova materia prima per le sue creazioni di Alta Moda.

A Giugno è persino il Senato della Repubblica Italiana ad ammirare la bellezza di questa seta e la sue potenzialità di sviluppo, con una presentazione ufficiale a Palazzo Madama.

Ad inizio settembre del 2015 La nuova Seta Italiana è protagonista al Festival “EcoFuturo”, che si tiene a Gubbio alla “Libera Università di Alcatraz”, organizzato da Michele Dotti assieme al padrone di casa Jacopo Fo.

A fine Settembre la nuova Seta Italiana è ospite del Museo Esapolis di Padova durante la Notte Europea dei Ricercatori.

A questo punto Giampietro comprende che non si tratta più di un esperimento e che l'iniziale idea di utilizzarla per i gioielli comincia a stare stretta. A metà dicembre trasferisce quindi la "filandina" a Nove in provincia di Vicenza, presso il laboratorio orafo da cui tutto ha avuto inizio…

Parte ufficialmente la produzione regolare di vera Seta 100% italiana.

Le quantità sono estremamente limitate, per le particolari condizioni e decisioni che ne stanno a monte, ma da questo momento la nuova Seta Italiana è protagonista dell'interesse mediatico. Oltre ad essere tra una case history di successo presentata a numerosi convegni, congressi e meeting sia in Italia che all’estero, la Seta Etica continua a suscitare enorme interesse da parte degli addetti ai lavori ma soprattutto dei giornalisti e delle trasmissioni tv.

IL NUOVO NOME

A fine 2017 nasce l'esigenza di dare a questa seta anche un nuovo nome per distinguerla da tutte quelle, presenti e future, che non possono vantare le stesse caratteristiche di massima qualità e rispetto etico e ambientale, perché prodotte generalmente solo secondo principi di convenienza economica.


La scelta ricade su un nome particolarmente evocativo e simbolico: "Filosofare", ideato per l'occasione dallo specialista italiano del Naming Maurizio Sangineto.
La nuova seta italiana risponde infatti ad una nuova "filosofia" produttiva, che pone la bellezza, l'eccellenza qualitativa e l'etica sullo stesso medesimo piano, imprescindibile.
Ma in una seconda chiave di lettura esprime anche una grande capacità manuale-artigianale (filo-so-fare).

"Filosofare" diventa quindi il nuovo nome/marchio registrato, della vera Seta 100% Italiana, prodotta eticamente e destinata ad essere utilizzata, data la sua estrema rarità, solo per produzioni esclusive della massima eccellenza.

IL RACCONTO DI GIAMPIETRO ZONTA

"Risvegliando passioni sopite, riscoprendo straordinarie professionalità, coinvolgendo persone, imprese ed istituzioni abbiamo dato vita ad un ambizioso progetto: la rinascita, dopo circa 50 anni, della vera seta 100% italiana. Una seta che è anche “etica”, perché oltre a rispettare e valorizzare il lavoro artigianale, nasce da una filiera produttiva rispettosa dell’ambiente e interamente Made in Italy, dai bachi da seta al prodotto finito. E’ veramente incredibile quello che sta succedendo… Chi si imbatte in questo Progetto viene travolto dalla passione che l'ha animato e che sta aprendo orizzonti inimmaginabili.

 

La sapienza del passato, la passione del presente, l’innovazione del futuro sono le linee guida di questa produzione di altissima qualità, dal baco da seta al filato, per dare al mondo una Seta d’eccellenza 100% made in Italy, come quella che rese famosa Venezia. Filosofare, la Seta come una volta..."


Filosofare® è un marchio registrato di D’ORICA srl
Via Parini, 5 – 36055 Nove (VI) Italy
Tel +39 0424 592160 | Fax +39 0424 592161 | info@dorica.com
CF/P.IVA 02060710247